Modi d’uso dei navigatori satellitari Gps

Quando si viaggia in luoghi sconosciuti si ha bisogno di qualcuno che ci dica dove andare. Questo qualcuno prende le sembianze di una potente ‘scatoletta’ digitale che si chiama navigatore collegato principalmente al sistema satellitare Gps, ma anche Glonass, Galileo ed altri. Cosa spinge un viaggiatore a dotarsi di questo strumento? Oggi questi apparecchi non si limitano più alla sola funzione di ‘bussola’ per orientare il viaggiatore che non conosce la strada, per quanto questa resti il ruolo precipuo di un buon navigatore satellitare, ma sono molte altre le sue opzioni a partire da un’informazione dettagliata sul traffico, sul posizionamento degli autovelox ed anche sulle previsioni meteo o altri dati relativi alla propria geolocalizzazione. Come utilizzare al meglio un navigatore satellitare?

Per prima cosa impostate la vostra posizione, in modo da localizzarvi con esattezza. Una volta scelta la posizione, questa fungerà da punto di riferimento e da qui potrà partire la vostra navigazione. Un altro consiglio è quello di sfruttare al meglio la guida vocale. Per questioni di comodità e per evitare distrazioni del conducente, sia che si trovi a bordo di un’auto che in bici o in moto, la stragrande maggioranza di questi apparecchi impiega istruzioni in modalità audio, che fanno da colonna sonora al percorso da seguire, dando di volta in volta le ‘dritte’ sulla direzione da imboccare. È della massima importanza regolare nel modo che si ritiene più opportuno il tono e il volume delle indicazioni vocali, per potersi concentrare nella guida senza essere disturbati dall’audio del navigatore, ma al contrario fruendo del servizio per poter arrivare prima alla meta.

Prima di azionare il navigatore si consiglia di individuare il posto migliore dove collocarlo sul mezzo. La collocazione ideale è quella che consente di avere a portata di mano il navigatore senza però intralciare la guida. In certi casi bisogna impartire dei comandi digitando sul display del navigatore, in questo caso è basilare che lo strumento sia facilmente accessibile e soprattutto ben visibile alla prima occhiata, senza distogliere il conducente dalla guida del mezzo, pena il rischio di incidenti. Per queste e molte altre info sull’argomento vi consigliamo di leggere la guida sui navigatori satellitari.