Autoradio 2 din

Gli autoradio a 2 din si distinguono dagli altri prima di tutto per la grandezza. Questi non sono sottili e fini come quelli a 1 din, e spesso hanno le dimensioni di un piccolo tablet. Di solito vengono venduti già montati sulle automobili, come un accessorio “di serie”, ma è comunque importante conoscere il prodotto per avere un’idea di quello che stiamo acquistando. Per avere una panoramica più ampia sul mondo delle autoradio è possibile consultare il sito internet http://miglioreautoradio.it.

Il display delle autoradio a 2 din è molto grande, e offre una leggibilità ottimale. Spesso e volentieri si tratta di uno schermo dotato di tecnologia touchscreen, e quindi è privo di tasti o pulsanti, ma si può comandare pigiando direttamente sul display. Nei modelli più costosi cambia soprattutto la qualità dello schermo, che può essere economico e quindi di bassa lega, oppure migliore ma più costoso. Di solito queste autoradio supportano un gran numero di file, per la riproduzione della musica in diversi formati. Tuttavia spesso sono privi di lettore CD, soprattutto i modelli prodotti negli ultimi anni. Questo perché il CD è un prodotto sempre meno consumato, e considerato quasi obsoleto.

Se intendiamo inserire una pen drive nella nostra autoradio, o vogliamo caricare il telefono in macchina, dobbiamo far caso all’ingresso USB. Per poter svolgere queste azioni è fondamentale che l’autoradio ne sia dotata. Alcuni modelli sono dotati anche di tecnologia bluetooth, molto utile per esempio per chi lavora con il proprio cellulare. Questo dispositivo ci permette di prendere la chiamata, e ascoltarla in vivavoce. Parlando a un tono normale dall’altro capo sarà possibile udire la risposta, il tutto senza il bisogno di toccare il telefono. Oltre che una comodità, il bluetooth rappresenta un valido aiuto per non deconcentrarsi quando siamo alla guida, ed evitare quindi piccoli e grandi incidenti.

Il costo di questi apparecchi è leggermente superiore rispetto a quello delle autoradio a 1 din. C’è da dire però che spesso il prezzo di questi prodotti è incluso con il costo finale della automobile che stiamo comprando. Se vogliamo invece prenderlo separatamente, dovremo fare un investimento di qualche centinaia di euro.